5 errori di Branding nel lancio di una Startup



Errori Di Branding

5 errori di Branding da evitare nel lancio di una Startup

Ogni azienda che punti al successo, piccola o grande, in fase di startup o già avviata, ha bisogno di fare branding. Ne ha bisogno perché qualunque strategia di marketing che essa andrà a svolgere dipenderà dal posizionamento del proprio brand nella mente dei clienti.

Errori di branding

Un impresa senza brand, è come un uomo senza volto

Errore di branding n.1 
1. Partire senza un brand ben definito

Errore di branding n.1? Non avere un brand!
Purtroppo non è raro vedere nuove aziende, anche progetti ambiziosi, partire prendendo sotto gamba la propria immagine aziendale, nella convinzione che sia un 6×3 ben piazzato o il giusto post sponsorizzato su Facebook possa fare la differenza nel vendere un prodotto, quando invece a farla è come quel prodotto viene percepito dalla mente del cliente.


Poche illusioni, fare branding è lungo e difficile, se il tuo impegno nel fare branding è poco, di certo significa che lo stai facendo male, e arriverà il giorno in cui, convinto di aver fatto tutto il marketing necessario, ti chiederai dove sia la falla.

Errore di branding n.2 
2. Incoerenza

Stabilire i fase iniziale una serie di standard per il vostro brand non ne garantirà il successo. Le linee guida del vostro brand non sono altro che un manuale di istruzioni al quale fare sempre affidamento. Queste dovranno essere applicate in ogni canale di mercato, in ogni campagna o strategia di marketing, solo così i clienti riusciranno nel tempo ad acquisire familiarità con il marchio, ogni deviazione o cambio di direzione rispetto ai punti stabiliti inizialmente sarà un errore di branding che confonderà le idee dei clienti e rallenterà la vostra scalata nella loro mente.

Errore di branding n.3 
3. Copiare altri Brand

Quando si sviluppa un brand da zero, è norma guardarsi intorno e cercare ispirazione tra i diretti concorrenti o tra i brand che tutti ammirano. Questa ricerca è necessaria e produttiva, ma una strategia di successo è sempre basata sul caso specifico, sarà quindi improbabile che le strategie che hanno funzionato per altri possano funzionare per te. Le tue strategie dovranno necessariamente essere sviluppate a partire dalla tua condizione attuale. Inoltre affinché qualcosa possa colpire e fare centro, dovrà essere una novità, qualcosa di già visto non avrà lo stesso impatto, l’innovazione è la chiave. Questo è uno degli errori di branding fatti più spesso, tu lo stai facendo?

Errore di branding n.4 
4. Non applicare la filosofia del Brand

Il brand non è semplicemente una maschera che la compagnia indossa quando ha a che fare con i propri clienti o con il pubblico in generale, il brand deve essere la vera anima di un’azienda, il suo credo, il suo modus operandi. Lo spirito del brand deve essere applicato ovunque, in una brochure come nell’arredamento di un ufficio, arredamento che ad esempio andrà ad impattare sia sui clienti, che ne otterranno un chiaro messaggio, sia sui componenti dello staff, che saranno contagiati da quello stile e diventeranno anche fuori da lì il vostri primi rappresentanti.

Errori di branding

Errore di branding n.5
5. Trascurare forme di comunicazione

Spesso i novelli imprenditori commettono l’errore di parlare del brand facendo riferimento solo ad elementi visivi o semplici identificatori, come il nome dell’azienda, lo slogan, il logo o i colori della brand identity. Tuttavia anche la voce del vostro brand è importante. Parlate ai vostri consumatori formalmente o informalmente? Come strutturate i post del vostro blog o le interazioni nei social? A chi ti rivolgi e che tono stai utilizzando? Questo è un elemento importante per la vostra Brand che non è possibile trascurare.

5 errori di Branding da evitare nel lancio di una Startup ultima modifica: 2016-08-11T16:38:24+00:00 da Silvia Perella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Cerca