L’origine del male. La formazione di un mago (Vol. 1) di Gilbert V. Martin: recensione e opinioni

Immagine L’origine del male. La formazione di un mago (Vol. 1) di Gilbert V. Martin: recensione e opinioni

Questa pagina è dedicata al libro L'origine del male. la formazione di un mago (vol. 1) di Gilbert V. Martin.

Il libro di Gilbert V. Martin qui recensito è stato pubblicato in data 20-06-2022 da Passione Scrittore selfpublishing, ed è catalogato come fantasy, fantascienza, narrativa straniera e narrativa straniera.

Titolo:L'origine del male. la formazione di un mago (vol. 1)
Autore:
Numero pagine:220
Editore:Passione Scrittore selfpublishing
Lingua:Italiano
ISBN:8833776557
EAN:9788833776552
Data uscita:20-06-2022

Genere:

Fantasy Fantascienza Narrativa straniera narrativa straniera

Sinossi:

Un mago costretto a interrompere gli studi, un mezzelfo in esilio, una ladra costretta a cambiare città, un mezzo nano dalla dubbia moralità, un soldato ubriacone con il suo somaro più intelligente del padrone. Cinque personaggi male in arnese si ritrovano a tentare di salvare il mondo degli uomini, elfi e nani dalla catastrofe. Un'avventura fantasy condita di sarcasmo e momenti di rara comicità.

Letto da:

Ad oggi nessuno della community ha dichiarato di aver letto questo libro.

Stai leggendo o hai già letto questo libro? Registrati o effettua il login per dichiararlo e contribuire con la tua esperienza.

Galleria immagini

1 recensione per L’origine del male. La formazione di un mago (Vol. 1) di Gilbert V. Martin: recensione e opinioni

5,0
Basato su 1 recensioni
5 stelle
100
100%
4 stelle
0%
3 stelle
0%
2 stelle
0%
1 stella
0%
  1. ciao

    “L’origine del male. La formazione di un mago” è un libro fantasy dinamico ed intrigante, che regala ore di lettura intensa, ricca di sorprese.
    Gilbert Martin ha una scrittura scorrevole, capace di stemperare quella che a volte può essere l’eccessiva serietà e tragedia del fantasy, innestando nella trama momenti ironici, sarcastici, anche con bonarie prese in giro di frasi celebri e stereotipi. Il risultato è una storia che scorre, invoglia a continuare e fa entrare in connessione con i personaggi. Non storcano il naso i puristi, perché vi assicuro che in questo romanzo, non manca nessuno dei passi amati della tradizione.
    La trama si imposta su immancabili elementi classici: un male oscuro che tenta di invadere il mondo, una guerra devastante che mette a repentaglio tutte le razze, un libro di magia perduto che contiene il segreto per un grande potere, un gruppo di eletti che, raggruppati dal caso o dal fato, hanno nelle loro mani la salvezza di tutti e dovranno intraprendere un viaggio dagli esiti incerti.
    Elementi noti, ma che l’autore veste comunque di una sua unicità. I protagonisti non hanno propriamente il carisma degli eroi, ma di chi si trova suo malgrado in un guaio e cerca di uscirne. Sono diversi tra loro e ben caratterizzati, improbabili eppure è semplice affezionarsi e piacciono i loro difetti, le capacità o le incapacità, il bel bilanciamento tra serietà e facezia di cui l’autore li ammanta. Molto piacevole trovare tra le figure di maggior spicco un asino intelligente, del quale possiamo leggere i pensieri: un punto di vista trasversale. Anche i personaggi secondari sono centrati e ben contestualizzati, hanno la loro importanza e sono spalle perfette a sostenere parte della storia.
    Il romanzo contiene scontri e battaglie, scanditi con un buon ritmo, descritti con cura e coinvolgenti; le scene è facile immaginarsele e quindi viverle. Non manca, anzi è ben presente, l’elemento mistero, di segreti da svelare e di mosse che paiono una cosa, ma celano altro, tenendo ben desto l’interesse e teso il filo della tensione.
    Per chi ricerca nei romanzi quel pizzico di amore che fa sognare, tra le pagine troverete anche questo, oltre a umanità e dilemmi che fanno pensare e danno modo di riflettere su alcuni aspetti, come l’appartenenza ad un popolo o a un gruppo, la voglia di distinguersi, uscire dall’anonimato e dimostrare il proprio valore, il coraggio che può nascondersi dietro ad un aspetto accidioso e svogliato, per un risvolto immancabile di profondità e umanità che rende la narrazione più vicina al lettore.
    “L’origine del male. La formazione di un mago” è un’opera attraente, nella quale si sta bene, a proprio agio. Non sorprendetevi se in alcuni passaggi riderete e in altri stringerete forte il libro, incerti su come gli eventi proseguiranno, in dubbio se ci sarà salvezza o perdizione.
    Questo romanzo ha una sua conclusione, ma la chiusura lascia aperta la porta a nuovi sviluppi che, di certo, non mancheranno di arrivare in futuro.
    Un primo capitolo di una serie da leggere.”
    (Tatiana Vanini)

    Immagine #1 da ciao
    (0) (0)
Aggiungi una recensione

Q & A

Non ci sono ancora domande

Fai una domanda

La tua domanda riceverà risposta da un rappresentante del negozio o da altri clienti.

Grazie per la tua domanda!

Your question has been received and will be answered soon. Please do not submit the same question again.

Errore

Warning

An error occurred when saving your question. Please report it to the website administrator. Additional information:

Aggiungi una risposta

Grazie per la tua risposta!

Your answer has been received and will be published soon. Please do not submit the same answer again.

Errore

Warning

An error occurred when saving your question. Please report it to the website administrator. Additional information:

Se ami leggere seguici sul Canale Youtube del Progetto Migliori Libri.