Migliori libri di Macroeconomia

migliori-libri-macroeconomia
0
(0)

In questo articolo vedremo insieme quali sono i migliori libri di Macroeconomia, andando come sempre ad approfondire i motivi della nostra selezione.

L’articolo conterrà sia libri di Macroeconomia universitari, magari utili a passare un esame, sia libri di Macroeconomia divulgativi, categoria che ha visto recentemente un notevole aumento di domanda.

La domanda è aumentata di conseguenza allo shock economico globale causato dal covid19, che ha portato anche i più insospettabili a voler incrementare la propria consapevolezza sul piano economico.

Su questo sito ci era già capitato di parlare dei migliori libri di Economia, ma se sei la tua ricerca è volta a capirci qualcosa di come potrebbe svilupparsi la situazione globale odierna, quello che stai cercando, sono inevitabilmente libri di Macroeconomia.

Tanti di voi avranno ben chiara la differenza, ma per tutti coloro che invece non lo sapessero, prima di andare avanti mi pare giusto mettere nere su bianco qualche delucidazione.

Appunti di Macroeconomia base

Qui sotto alcune delle domande che si fanno la maggiorparte dei neofiti riguardo la macroeconomia.

A seguire la lista dei migliori libri di Macroeconomia.

Qual è la differenza tra microeconomia e macroeconomia?

Per far capire la differenza tra le 2 cose nel più semplice dei modi, mi farò aiutare da uno degli esempi più utilizzati proprio a questo scopo.

Ipotizza che, al fine di risparmiare, il titolare di una ditta decida di licenziare uno dei suoi venditori dipendenti.
Quello che abbiamo appena descritto, può essere racchiuso nell’ambito della micro-economia.

La soluzione del licenziamento porta i benefici sperati, l’azienda seppur faccia meno vendite a causa del mancato venditore, ha meno spese e quindi più utili.

Il titolare è momentaneamente soddisfatto.

I tempi sono quello che sono, e constatato il successo a livello di profitti personali del nostro imprenditore, i suoi concorrenti iniziano a fare la stessa cosa.

Questo crea un iniziale beneficio per tutti i titolari, ma giorno dopo giorno lascia gli ormai ex dipendenti senza un’entrata mensile.

La catena di licenziamenti, che inizialmente aveva dato frutti positivi per gli interessi dei titolari, col passare del tempo abbasserà sempre di più la capacità di acquisto degli ex dipendenti e di conseguenzaal calo della domanda aggregata.

Se in piccolo un singolo licenziamento portava benefici, lo stesso licenziamento ripetuto su grandi numeri porterà un danno generalizzato all’intera economia.

Mentre la prima parte poteva essere classificata su un piano micro-economico, in questa seconda parte abbiamo assistito ad un esempio di macro-economia.

Quali sono le caratteristiche di un buon libro di macro-economia per neofiti?

1 Semplicità del linguaggio che va dal minimal al tecnico.

2 Deve essere ricco di esempi pratici e lasciare una praticità allo studente.

3 Deve avere spiegazioni dedicate all’uso delle funzioni matematiche utilizzate per porre in essere gli esercizi.

4 Deve essere completo nonostante sia un libro di approccio alla materia, deve contenere tutto il necessario per poi approfondire con curiosità.

5 Deve contenere schede di autovalutazione.

6 Spiegazione dal grafico alla teoria e viceversa.

Quali sono i migliori libri di Macroeconomia per affrontare una laurea Tecnica?

Olivier J. Blanchard: “Macroeconomia. Una prospettiva europea”;
Marco Musella, Michele Mosca: “Macroeconomia: le fondamenta“.

Qual è il miglior libro di Macroeconomia per Principianti?

Questo è sicuramente il miglior manuale per principianti. Lo scrittore è Mankiw, economista di Harvard

Offerta in scadenza
Clicca la copertina per sfogliare il libro.

📙 Macroeconomia. Con e-book

  • Mankiw, N. Gregory (Author)
21 Recensioni


Detto questo, partiamo con i libri più utili a capirci qualcosa di Macroeconomia.

Migliori Libri di Macroeconomia

Se vuoi davvero comprendere come funziona la macroeconomia, questi sono i volumi ideali.

  • Erik S. Reinert: “How Rich Countries Got Rich And Why Poor Countries Stay Poor“;
  • Thomas Sowell: “Basic Economics: A Citizen’s Guide to the Economy“;
  • Thomas Sowell: “Economic Facts and Fallacies“;
  • Bruna Ingrao: “La mano invisibile“;
  • Bruna Ingrao: “Il ciclo economico”;
  • Shepard B. Clough, Richard T. Rapp: “Storia economica d’Europa”;
  • Antonio Martino: “Cos’è l’inflazione?”;
  • di Frédéric Bastiat: “La legge”;Ciò che si vede e ciò che non si vede”;Sofismi economici“;
  • Daniel Yergin: “Il premio. L’epica corsa al petrolio, al potere e al denaro”.

Sinceramente eviterei materiale prodotto in Italia e mi orienterei più su quanto viene utilizzato nel mondo.

Bonus

A volte può capitare di non afferare bene qualche concetto o magari hai bisogno di un esposizione più chiara allora ti consiglio un sito che ho usato io per le delucidazioni.

Okpedia:appunti di economia, informatica e tecnologia

Se conosci l’inglese chiaramente ti consiglio di acquistare la versione originale, altrimenti rimani su questi

Silvia Perella

Divoratrice di libri Thriller psicologici. Praticante entusiasta dell'arte della calligrafia. Appassionata di Psicologia e Marketing. Amministratrice delegata di Ispiria, e oggi parte della redazione del Progetto "Migliori Libri", con l'obiettivo di ispirare, ed essere ispirata. Vuoi farmi un favore? 📚 Suggeriscimi nei commenti dei bei libri da leggere! ;)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *